CURRICULUM VITAE

GENITORI: Francesco I e Maria Isabella di Borbone-Spagna (1789-1848)

LUOGO E DATA DI NASCITA: Palermo, 12 gennaio 1810
LUOGO E DATA DI MORTE: Napoli, 22 maggio 1859

MATRIMONI:
I - 21 novembre 1832 con Maria Cristina di Savoia (1812-1836);
II - 9 gennaio 1837 con Maria Teresa d'Asburgo-Teschen (1816-1867).
FIGLI:
Francesco (1836-1894); - Luigi (1838-1886); - Alberto (1839-1844); - Alfonso (1841-1934);
- Maria Annunziata (1843-1871); - Maria Immacolata (1844-1899); - Gaetano (1846-1871); - Giuseppe (1849-1851); - Maria Pia (1849-1882);
- Vincenzo (1851-1854); - Pasquale (1852-1904); - Maria Luisa (1855-1874); - Gennaro (1857-1867).

PROCLAMAZIONE: Napoli, 8 novembre 1830.
DURATA DEL REGNO: 8 novembre 1830 - 22 maggio1859.
STEMMI CENSITI: 1838 A; 1838 B; 1843; 1852; SIGILLI CENSITI: 1843; 1858.

(*WORK IN PROGRESS)

*ATTI PRINCIPALI (Elenco):
1830; 1831; 1832; 1833; 1834; 1835; 1836; 1837; 1838; 1839; 1840; 1841; 1842; 1843; 1844; 1845;
1846; 1847; 1848; 1849; 1850; 1851; 1852; 1853; 1854; 1855; 1856; 1857; 1858; 1859.

*MINISTRI SEGRETARI DI STATI E LUOGOTENENTI

ELENCO DEI TITOLI E RICONOSCIMENTI NOBILIARI CONCESSI

ELENCO dei PARI del REGNO delle DUE SICILIE

Gli atti indicizzati sono desunti dal progressivo spoglio della Collezione delle leggi e de' decreti reali del Regno delle Due Sicilie. I regesti sono pubblicati dal e sul blog Decretiamo, mentre sigilli, stemmi e documenti correlati sono censiti su Stemmi e Sigilli.

venerdì 19 febbraio 2010

I nobili investiti da Ferdinando II

Si riportano di seguito i titoli e i riconoscimenti nobiliari concessi dal terzo sovrano delle Due Sicilie, Ferdinando II di Borbone, così come ricavati dalla Collezione delle leggi e decreti reali.

Titolo di principe di S. Angelo de' Lombardi a Trojano Marulli, in vece della di lui madre, duchessa di Ascoli Carolina Berio, avente titolo da Giulio Imperiale, giusta diploma del 19 ottobre 1718 di Carlo VI (1834); la stessa duchessa di Ascoli refuta il titolo di duca di Carosino, che si concede in favore della di lei figlia Clotilde Marulli (1853); - Titolo di marchesa della Salsa a Luisa Dillon Strachan, per rassegnazione della duchessa di Ascoli Carolina Berio (1834); - Titolo di marchesa di Panaia a Maria Giuseppe Ruffo, per rassegnazione del di lei padre principe di Scilla duca di Santa Cristina Fulco Ruffo di Calabria (1834); - Titolo di duca di Alanno a Francesco Bassi, in vece della di lui madre Giovanna Valignani, avente titolo da Diomede Leognani Ferramosca, giusta diploma del 20 giugno 1713 di Carlo II (1834); - Titoli di marchese al cav. Onofrio Garofalo e al cav. Giovanni Saraceno (1835); - Riconoscimento del titolo di barone del Ducato di Lucca al comm. Odoardo de Schmuckher (1835); - Permesso di uso del titolo di principe di Sannicandro a Augusto Cattaneo (1835); - Titolo di principe di Radali al cav. Giorgio Wilding (1835); - Titolo di principe di Sulmona a Marcantonio Borghese (1835); - Titolo di marchese a Andrea Genoino (1836); - Titolo di marchese di Salcito al cav. Paolo Caracciolo (1836); - Titolo di marchese di Rende a Angelica Caracciolo (1836); - Titolo di principe di Triggiano a donna Felice Filomarino, riassegnato dal di lei padre, principe della Rocca Giacomo Filomarino, cui spettava per successione di Anna Maria Pappacoda (1838); - Titolo di conte di Trani al principe Luigi Maria figlio secondogenito del Re, ad integrazione dei titoli della famiglia reale (1838); - Titolo di marchese di Ruggiano a Francesca Macedonio, riassegnato dal di lei padre Marcantonio Macedonio (1838); - Titolo di principe di Ganci al cav. Girolamo Valguarnera, rassegnato dal di lui figlio primogenito (1838); - Titolo di conte a Francesco del Balzo de' duchi di Presenzano (1839); Titolo di conte di Castrogiovanni al principe Alberto Maria figlio terzogenito del Re, ad integrazione dei titoli della famiglia reale (1839); - Titolo di conte di Caserta al principe Alfonso Maria figlio quartogenito del Re, ad integrazione dei titoli della famiglia reale (1841); - Permesso di uso del titolo di marchese a Giuseppe Maria Spaventa, in ripristino della pari concessione data a Francesco Spaventa con diploma spedito il 15 maggio 1581 di Filippo II (1841); - Titolo di barone a Salvatore Messina (1842); - Riconoscimento del titolo di marchese di Canneto a Vittoria Nicolai Pappalepore (1842) e, per riassegnazione della stessa, trasferimento al di lei figlio Vito Pappalepore (1843); - Titolo di principe di Avella a Giovanni Andrea Colonna Doria, giusta riconoscimento al di lui padre, principe di Paliano Aspreno Colonna Doria, che lo riassegna, di pari titolo ottenuto dal duca di Tursi Carlo Doria con diploma del 9 aprile 1607 di Filippo II (1843); - Titolo di marchese a Giuseppe Bonelli (1843); - Titolo di principe di Squinzano a Gaetano d'Aragona, per riassegnazione della di lui madre, duchessa di Cutrufiano Marianna Filomarino, cui era pervenuto da successione di Teresa Enriquez, avente titolo di Gabriele Enriquez, giusta concessione dell'1 ottobre 1637 di Filippo IV (1844); - Permesso di uso del titolo di marchese di Scarfizzi a Falcio Martucci, in vece della di lui madre Maria Malena, avente diritto da Nilo Maleno, giusta diploma del 31 maggio 1788 di Ferdinando IV (1845) ; - Titolo di duca di Mignano a Teresa Tuttavilla, rassegnato in suo favore dal di lei fratello duca di Calabritto Luigi Tuttavilla (1845); - Successione al titolo di marchese goduto dal cav. Gran Croce Giuseppe Ruffo "il vecchio" a pro del di lui secondogenito Giuseppe Ruffo "il giovine", in vece del rinunciatario primogenito Girolamo Ruffo (1845) ; - Titolo di conte di Girgenti a Gaetano Maria Federigo figlio settimogenito del Re, ad integrazione dei titoli della famiglia reale (1846); - Titolo di marchese di S. Carlo al marchese di Montevergine Giuseppe Quinones de Leon Lorenzana Abaurre y Salazar (1846) e in seguito a Cajo Quinones De Leon Lorenzana Abaurre y Salazar (1854); - Titolo di marchese di Villalba a Rodrigo Palmeri (1846); - Titolo di conte a Beatrice Lanza e Branciforte e onorifica annessione al fondo rustico "Almarita" (1846); - Successione al titolo di principe di Belvedere a pro di Gerardo Saluzzo, figlio secondogenito della godente duchessa di Corigliano Giulia Carafa (1846) ; - Titolo di marchese a Marianna di Avena, per riassegnazione del di lei zio Domenicantonio di Avena (1846); - Titolo di marchese a Luigi de Luca (1847); - Titolo di duca di S. Vito a Emmanuele Caracciolo, per riassegnazione da parte del fratello titolare Vincenzo Caracciolo (1847); - Titolo di marchese al cav. Niccola Santangelo (1847); - Titolo di marchese di Campolattaro a Giuseppa Blanch, per riassegnazione del di lei padre Gennaro (e della di lei sorella maggiore Maria), che ne mantiene l'uso in vita, cui spettava giusta diploma di Ferdinando del 28.02.1770 a Francesco Blanch (1848); - Permessso di usare il titolo di barone di Turri e Moggio al cav. Leopoldo Corsi (1849); - Titolo di duca di Taormina al ten. gen. Carlo Filangieri (1849) e investitura dello stesso a principe di Satriano, a ratifica del sovrano rescritto 2 gennaio 1819 recante il permesso di farne uso (1859); - Titolo di marchese a Gaetano Gallo (1849); - Titolo di duca di Martina a Placido de Sangro, per cessione dal di lui fratello Nicola de Sangro (1850); - Titolo di marchese al cav. Giustino Fortunato (1850); - Titolo di conte di Milazzo al principe Vincenzo Maria, figlio del Re, ad integrazione dei titoli della famiglia reale (1851); - Titolo di duca di Bissaccia al conte Carlo Maria Gabriele Sostene de la Rochefoucauld (1851); - Titolo di duca a Vincenzo Maria Grazioli (1851); - Titolo di marchese di Bugnano a Ferdinando Capece Minutolo (1852); - Titolo di conte di Bari al principe Pasquale Maria, figlio del Re, ad integrazione dei titoli della famiglia reale (1852); - Titolo di marchese al barone Emiddio Antonini (1852); - Titolo di duca al conte Carlo Girolamo Pozzo di Borgo (1852); - Titolo di duca a Giovanni Felice de Rombies du Barry de Merval (1853); - Titolo di duca di Marianella "per grazia speciale" a Antonio Spinelli (1853); - Titolo di marchese al barone Raffaele Ajossa (1853); - Titolo di marchese a Francesco Ruffo (1854); - Titoli di principe di Strongoli e conte di Melissa a Vincenzo Pignatelli e principe di Strongoli e duca di Tolve a Ferdinando Pignatelli (1854); - Rivestimento della nobiltà di privilegio al barone Onofrio Ferrara (1854); - Titolo di marchese al cav. Vincenzo de Bisogno (1854); - Titolo di conte di Balsorano a Carlo Lefebvre (1854); - Titolo di barone di Roccolino a Samuele Calandra (1854); - Titolo di duca di Cardinale a Giovanna Filangieri in Serra (1854); - Titolo di marchese a Gaspare le Piane (1854); - Titolo di marchese di Castelnuovo a Antonio Crognali (1854); - Titolo di marchese della Polla al barone di Battifarano Carlo Villano (1854); - Titolo di duca di Bivona a Giuseppe Ignazio Alvarez di Toledo (1854); - Titolo di marchese di Fornelli a Giulia Carmignano di Acquaviva (1855); - Titolo di barone a Gaetano Garofalo e ai di lui figli Francesco e Giovanni (1855); - Titolo di conte al cav. Francesco Paolo Lanza (1855); - Titoli di principe di Migliano, marchese di S. Agata e marchese di Trevico al principe d'Ischitella Francesco Pinto (1855); - Titolo di marchese di Monteforte a Francesco Sanfelice de' duchi di Bagnoli (1855); - Titolo di duca di Castelnuovo al cav. Nicola Spiriti (1855); - Titolo di marchese a Orazio de Luca Resta (1855); - Titoli di barone al cav. Donato Perillo, al cav. Nicola Rotondo e al comm. Ignazio Giuseppe de Tschudy (1855); - Titolo di duca di S. Marco a Giulio Capece Zurlo (1855); - Titoli di barone al comm. Sisinio Sergio e a Giacomo Savarese (1856); - Titolo di duca di Terranova a Pasquale Serra (1856); - Titolo di barone di Campotino ai fratelli cavv. Giambattista e Ilario Casamarte Treccia (1856); - Titolo di conte di Tronco al duca di Serracapriola Nicola Maresca Donnorso (1856); - Titolo di duca della Grazia al conte Ettore Lucchesi Palli (1856); - Titolo di conte a Eleonora di Ludolf (1856); - Titolo di barone di S. Vittoria a Angelo Canofari (1856); - Titolo di barone di Castrum Oris al cav. Ferrante de Gemmis (1856); - Titolo di duca di Limatola a Nicola Mastelloni (1856); - Titolo di conte di Caltagirone al principe Gennario Maria Immacolata, figlio del re, ad integrazione dei titoli della famiglia reale (1857); - Titolo di duca di Alessano e principe di Cassano a Luisa Riario Sforza (1857); - Titolo di marchese di Motola a Teresa Caracciolo (1857); - Titoli di conte a Raimondo Sammartino de' duchi di Montalbo e al comm. Michele Debbane (1857); - Titolo di duca del Galdo al conte Luigi Giusso (1857); - Titolo di marchese di S. Agata a Luisa Brancaccio in Conolly (1857); - Titolo di barone di S. Rosolia a Teresa d'Elcarte (1857); - Titolo di marchese di Ripa Limosano al cap. freg. Michele Capecelatro (1857); - Titolo di marchese di Montesilvano a Giuditta Filo (1857); - Titolo di marchese di Cesavolpe al barone Francesco Ciccarelli (1857); - Titolo di barone a Serafino de Antonellis (1857); - Titolo di barone al magg. Felice de Schumacher (1858); - Titoli di conte al visconte Giuseppe Romano Luigi de Kerckhove van der Varent e a Stefana Statella (1858); - Titolo di duca del Monte a Francesco Saverio Marigliano (1858); - Titolo di marchese di Bojano al comm. Luigi Thomas (1858); - Titolo di marchese del Toscano a Antonino Paternò e Paternò (1858); - Titolo di conte di Oppido a Maria Laura Friozzi (1858); - Titolo di duca di Bissano a Maria Felice di Napoli Barresi (1858).

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento